2021... preview di un anno di eventi

2021... preview di un anno di eventi
17 Gen 2021

2021… PREVIEW DI UN ANNO DI EVENTI

La pandemia condiziona pesantemente l‘attività dei prossimi mesi ma non ferma una programmazione che si annuncia diversa nella forma ma sempre sostanzialmente intensa, come da nostra tradizione.

“Evento virtuale” è un termine con il quale, volenti o nolenti, abbiamo dovuto familiarizzare nell’anno orribile 2020 e che continuerà ad essere parte rilevante del nostro vocabolario in questo nuovo anno.

Il calendario, pur gravato dall’inevitabile incertezza contingente, si presenta vivace sia per qualità che per varietà dell’offerta.

I primi mesi dell’anno saranno, giocoforza, contraddistinti da numerose proposte online (webinar e FAD asincrona) mentre dalla tarda primavera si spera di poter rimettere mano agli eventi residenziali, magari in forma ibrida all’inizio, per poi avvicinarci a condizioni di maggior normalità in autunno.

Ricca, come al solito, sarà la programmazione dell’Associazione Italiana di Fisica Medica con una serie di eventi formativi online nei primi mesi dell’anno incentrati su temi di grande attualità quali la sicurezza nella radioprotezione (ciclo annuale di 11 webinar), l’intelligenza artificiale o la sicurezza laser. Nella seconda parte dell’anno, si prevede il ritorno agli eventi in presenza con un calendario attualmente in preparazione nel quale spiccherà certamente il convegno dedicato all’International Day of Medical Physics, la giornata mondiale della fisica medica, tradizionalmente programmato in concomitanza con l’anniversario della nascita di Marie Curie (7 novembre).

Il clou degli appuntamenti in fisica medica sarà naturalmente il congresso europeo, ECMP, organizzato in forma congiunta dalla federazione internazionale EFOMP e dall’AIFM. Il periodo di svolgimento, dopo il rinvio dello scorso anno, sarà dal 16 al 19 giugno a Torino presso il Lingotto. Un grande evento che vedrà la partecipazione di oltre un migliaio di fisici medici provenienti da tutta Europa.

Restando in ambito sanitario, grande spazio, come da consuetudine, sarà dato alla chirurgia. Quattro eventi ufficiali dell’ACOI, l’associazione italiana dei chirurghi ospedalieri, daranno vigore all’attività di settore in Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta con due webinar tra marzo e maggio (focus sulla situazione della chirurgia nelle varie regioni al tempo del Covid) e due eventi residenziali in autunno tra cui spicca il consueto congresso triregionale, maggiore appuntamento annuale associativo nell’area nord-occidentale, in programma a Savona.

Rinviata al 2022, invece, l’attesa prima edizione del Laparoscopic Liver Meeting (MITO) programmato a Milano per i primi di marzo in forma residenziale. Si tratterà però di un rinvio parziale. Il comitato organizzatore sta infatti lavorando ad una serie di webinar sulla chirurgia laparoscopica del fegato che prenderanno il via nel prossimo marzo e costituiranno una sorta di  percorso di avvicinamento al meeting in presenza.

Altro tema di interesse per la platea chirurgica, ma anche con importanti valenze interprofessionali (oltre ai medici anche gli infermieri e i dietisti) e interdisciplinari (anestesisti), è il protocollo ERAS, adottato da sempre maggiori strutture a livello internazionale per la gestione perioperatoria. Una procedura fondamentale per il miglioramento della qualità di vita del paziente. In questo ambito, entra in gioco l’associazione italiana POIS, per la quale cureremo non solo il congresso nazionale in programma a inizio luglio a Torino (anch’esso originariamente previsto nel 2020) ma anche una serie di warm-up webinar su temi connessi all’ERAS, a cominciare dai primi di febbraio, che saranno propedeutici al congresso nazionale. In programma nei primi mesi dell’anno, inoltre, anche un evento FAD asincrona, in collaborazione tra POIS e ACOI, dedicato al protocollo ERAS nella chirurgia colorettale.

L’area medico-scientifica, come al solito, svolge un ruolo da protagonista nel nostro calendario. Ad ottobre, tra il 13 ed il 15, ci aspettano a Catania anche due appuntamenti di grande interesse nel campo delle patologie ossee. Una tre giorni dedicata al consueto meeting annuale del Forum in Bone & Mineral Research ed alla prima edizione del convegno internazionale EOP (Endocrine-related Osteoporosis) con relatori provenienti da Europa e Stati Uniti.

Ulteriori importanti iniziative, quali il tradizionale corso nazionale sulle malattie metaboliche dell’osso, sono al momento in fase di valutazione  con collocazione temporale da definirsi sulla base delle condizioni dettate dalla situazione sanitaria contingente.

Altra area tradizionalmente ricca di iniziative è il settore ingegneristico che anche quest’anno offre occasioni di incontro e confronto a livello internazionale di grande interesse.

Primo appuntamento ad inizio aprile con la ventiseiesima conferenza internazionale EPNC (Electronic Phenomena in Nonlinear Circuits). Si tratterà di un evento interamente virtuale che nell’arco di tre giornate, dal 7 al 9 aprile, vedrà intervenire oltre cinquanta esperti in rappresentanza dei maggiori enti specialistici europei.

A maggio ci aspetta, epidemia permettendo, il primo evento residenziale in programma a Torino. Si tratta della sedicesima conferenza internazionale IACMAG (computer methods and advances) dedicata al settore della geomeccanica. Evento che prevede la presenza, fisica o virtuale, di alcune centinaia di esperti da vari continenti.

Altro appuntamento internazionale di rilievo sarà la conferenza europea di meccanica delle rocce, Eurock, in calendario a settembre a Torino. Anche per questo evento, organizzato dall’Associazione Geotecnica Italiana, si attendono oltre 300 professionisti del settore da tutta Europa.

Programmare oltre 35 eventi anche in un anno difficile come questo sono la nostra risposta alla crisi, un atto di fiducia, la dimostrazione che ora più che mai occorre sviluppare nuovi progetti. Come sempre, siamo al servizio del confronto e dell’aggiornamento. La condivisione di conoscenze ed esperienze come strada maestra per il progresso scientifico.

Vi aspettiamo, dal vivo se possibile oppure davanti ad uno schermo. Noi ci siamo, e voi?